Attrezzatura da paintball

 


Attrezzatura da paintballMarcatore

Il marcatore è quell'attrezzo che viene comunemente chiamato "pistola" o "fucile" e consiste in un lanciatore di capsule macchianti. Il marcatore per funzionare usa come gas propellente CO2 (anidride carbonica) o semplice aria compressa a 3000 o 4500 psi che nel gergo del paintball viene chiamata HPA (High Pressure Air). Esistono varie tipologie di marcatori, ma la prima distinzione può essere fatta tra marcatori meccanici e marcatori elettronici. I primi, solitamente più robusti e meno esigenti in termini di manutenzione, sfruttano molle o sistemi meccanici per il rilascio del gas propellente; i secondi, all'inizio più complicati ma dalle prestazioni nettamente superiori, utilizzano delle schede elettroniche per controllare il sistema di rilascio del gas.

Caricatore

Il caricatore, detto anche loader o hopper è il serbatoio delle paintballs agganciato sopra il marcatore. Il loader può essere a gravità o elettronico. Nel primo caso le paintballs scendono nel marcatore per azione della forza di gravità, nel secondo le paintballs vengono spinte verso il marcatore grazie a dei motori elettrici, questo garantisce una maggior costanza di tiro ai marker elettronici.

Bombola

La bombola è il serbatoio per il gas propellente ed è solitamente avvitata dietro al marcatore. Esistono sia bombole per aria compressa che per CO2, anche se queste ultime sono ormai in disuso. Le bombole per aria compressa possono essere o in alluminio o in alluminio e materiali compositi come fibra di vetro o carbonio, la distinzione principale che si fa tra le bombole è la pressione che possono contenere 3000 psi o 4500 psi. Questo parametro insieme alla capacità in volume della bombola influenzano l'autonomia di tiro, che mediamente per un marcatore elettronico si aggira sui 1200 tiri con una bombola da 1,1 l caricata a 4500 psi.

Maschera

E' la protezione obbligatoria da indossare sempre all'interno del campo di gioco. La sua caratteristica fondamentale è la lente, testata per resistere ad una paintball che impatta ad una velocità fino a 350 fps (105 metri al secondo), ben superiore ha quella consentita nei tornei europei di 299 fps.
Le altre caratteristiche della maschera riguardano la qualità dei materiali utilizzati, il suo design e la sua comodità. Nel paintball speedball le maschere sono studiate per ridurre al minimo la loro superficie e per garantire la massima angolazione visiva al giocatore.

Abbigliamento

Nel paintball, in particolar modo nello speedball viene utilizzato un abbigliamento di gioco specifico, studiato per garantire la massima libertà e fluidità di movimento, e allo stesso tempo proteggere alcune parti del corpo più esposte all'impatto con le palline o con il terreno.
L'abbigliamento è composto da una jersey, realizzata in materiale sintetico, che può avere delle zone imbottite sul gomito, sulle spalle e sul petto; dai pantaloni, anche essi in sintetico, realizzati per resistere alle abrasioni e agli strappi, con zone rinforzate e imbottite sul ginocchio e sui fianchi; infine la bandana, per proteggere la testa dai colpi.

Protezioni

Sotto la jersey e i pantaloni vengono spesso utilizzate delle protezioni supplementari come ginocchiere o gomitiere. Il loro scopo è di dare maggiore protezione a quelle parti del corpo che subiscono l'impatto con il terreno in movimenti come i tuffi e le scivolate. Le protezioni inoltre hanno anche uno scopo secondario, così come tutte le imbottiture utilizzate nel paintball, ovvero quello di ridurre la possibilità che una paintball si rompa all'impatto, così da ridurre la possibilità di essere eliminato dal gioco.


 

 

 

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen